Preghiera a Gesù Bambino

Pregare per Gesù è invocarlo, chiamarlo in noi. Il suo Nome è il solo che contiene la Presenza che esso significa. Gesù è risorto e chiunque invoca il suo Nome accoglie il Figlio di Dio che lo ha amato ed ha dato Se stesso per lui. Questa invocazione di fede estremamente semplice è stata sviluppata, nella tradizione della preghiera, sotto varie forme in Oriente e Occidente.

 

La formulazione più abituale, trasmessa dai monaci del Sinai, di Siria e dell' Athos, è 1 ' invocazione:

 

"Gesù, Cristo, Figlio di Dio, Signore,

abbi pietà di noi peccatori! ".

 

Essa coniuga 1 ' inno cristologico di Fil 2,6-11 con 1 ' invocazione del pubblicano e dei mendicanti della luce (cfr M c 10,4652; Lc 18,13). Mediante essa il cuore entra in sintonia con la miseria degli uomini e con la misericordia del loro Salvatore. L' invocazione del santo Nome di Gesù è la via più semplice della preghiera continua. Ripetuta spesso da un cuore umilmente attento, non si disperde in fiumi di parole (cfr Mt 6,7) ma custodisce la Parola e produce frutto con la perseveranza (cfr Lc 8,15).

(da Catechismo della Chiesa Cattolica - Lib. Editrice Vaticana)

 

Benvenuto

Benedizione a Frate Leone

Il Signore ti benedica e ti custodisca.

Mostri a te il suo volto e abbia misericordia di te.

Volga a te il suo sguardo e ti dia pace.

Il Signore ti dia la sua grande benedizione.