Preghiere di s.Abrogio e S, Tommaso

Inserito in Preghiere Varie.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Preghiera di S. Ambrogio

 

 

Ho paura e tremo nel camminare verso la mensa della tua comunione, dolce Signore Gesù Cristo; io peccatore, consapevole di non avere alcun merito, ma pieno di confidenza verso la tua misericordia e bontà.

Ho infatti il cuore e il corpo macchiato di molti crimini; non ho custodito la mente e la lingua.

Ora io, misero, afferrato dalle angosce, corro verso la fonte delle tue misericordie, o amante Divinità, o tremenda Grandezza; scappo sotto il tuo mantello per venire subito risanato. Consapevole di non avere parole davanti al tuo giudizio, ti cerco come Salvatore.

Ti mostro le mie piaghe, Signore, e non nascondo il mio rossore. So che i miei peccati sono molti e grandi e ne ho paura: spero nelle tue misericordie senza numero.

Girati e guarda con i tuoi occhi di misericordia verso di me, Signore Gesù Cristo, eterno Re, Dio e Uomo, crocifisso per l’uomo. Compi la mia speranza. Tu che fai sempre zampillare la fontana della compassione, perdonami completamente tutte le miserie e i peccati.

Ti saluto, Vittima che salva, offerta sul patibolo della croce per me e per ogni uomo. Salve, nobile e prezioso Sangue, sgorgante dal fianco del mio Signore Gesù Cristo per lavare i peccati di tutto il mondo.

Ricordati, Signore, della tua creatura che hai redento con il tuo Sangue. Desidero emendare quel che ho fatto, detestando di essere stato peccatore.

Rapisci da me, Padre clementissimo, tutte le mie iniquità e peccati perché possa, purificato nella mente e nel corpo, meritare di gustare le cose sante dei santi.

E concedi che questa santa dolcezza del tuo Corpo e Sangue, che indegno vorrei ricevere, sia remissione dei miei peccati, perfetto lavaggio dei delitti, fuga dei cattivi pensieri e ristoro dei sensi, efficacia delle opere che a te piacciono, saldissima difesa dell’anima e del corpo contro i miei nemici.

Amen.


Preghiera di S. Tommaso

 

Eccomi onnipotente ed eterno Dio: mi avvicino al Sacramento del tuo Figlio unigenito, il nostro Signore Gesù Cristo, io, malato al Medico della vita, immondo alla Fontana della misericordia, cieco alla Luce dell’eterno splendore, povero e bisognoso al Signore del cielo e della terra.

Invoco ora l’abbondanza della tua immensa grandezza, fino a farti chinare per curare la mia malattia, lavare la mia sporcizia, illuminare la mia cecità, arricchire la mia povertà, vestire la mia nudità. Cosicché io riceva il pane degli angeli, il Re dei re e il Signore dei Signori con tanta riverenza ed umiltà, contrizione e devozione, purezza e fede, proposito e intenzione, da tuffare nella salvezza la mia anima.

Ti chiedo di darmi non solo di assumere il Corpo e il Sangue del Signore, ma anche di conquistarne la realtà e la potenza.

O Dio mitissimo, dammi il Corpo del tuo Figlio unigenito Gesù Cristo che hai plasmato dalla Vergine Maria, così da meritare di essere accolto nel suo corpo mistico e di essere annoverato tra le sue membra.

O Padre amantissimo, concedimi di contemplare per sempre faccia a faccia il tuo diletto Figlio che ora mi sforzo di accogliere nascosto per la via: Lui che vive e regna con Te nei secoli dei secoli.

Amen.


Preghiera alla Beata vergine Maria

 

O Madre della pietà e della misericordia, beatissima Vergine Maria, mi rivolgo a te con tutto il cuore e l’affetto, io misero e indegno peccatore e supplico la tua pietà affinché, come assistesti il tuo Figlio pendente dalla croce, così ti degni di assistere clemente anche me e tutti i sacerdoti che qui e in tutta la santa Chiesa oggi offrono il sacrificio: aiutati dalla tua grazia, fa che possiamo offrire un sacrificio degno e accettabile  davanti al cospetto della somma e amante Trinità.

Amen.

 

 

Formula di intenzione

 

Io voglio celebrare la Messa e consacrare il Corpo e il Sangue del nostro Signore Gesù Cristo secondo il rito della santa romana Chiesa, a lode di Dio onnipotente e di tutta la Chiesa celeste, per mia utilità e di tutta la Chiesa che combatte, per tutti quelli, piccoli o grandi, che si sono affidati alle mie preghiere e per la felicità di tutti i cristiani.

Amen.

 

Dal nostro Signore onnipotente e misericordioso invoco gioia e pace, conversione di vita, occasioni di penitenza, grazia e consolazione dello Spirito Santo, perseveranza nel fare le opere.

Amen.