Super User

Super User

URL del sito web:

Novena alla Madonna del Perpetuo Soccorso

  • 21 Settembre 2014 |

Novena alla Madonna del Perpetuo Soccorso
(nella Tradizione Redentorista Italiana)

L’antica icona della Madre del Perpetuo Soccorso è venerata a Roma nella Chiesa di sant’Alfonso, in Via Merulana. Pio IX l’ha affidata ai Redentoristi, che l’hanno diffusa in tutto il mondo. Oltre alla Novenna precedente la festa del 27 giugno, nelle chiese e nei santuari che venerano la Madre del Perpetuo Soccorso si celebra con solennità, ogni settimana, la Novena Perpetua, detta così perché si può fare ininterrottamente in ogni tempo.

Madonna del Perpetuo SoccorsoCanto
Invoca soccorso il popol fedel,
che a te fa ricorso, Regina del ciel.
Ave, ave, ave Maria!

* Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
   R. Amen.
* Il Signore sia con voi.
R. E con il tuo spirito.
* Preghiamo.
Signore Gesù Cristo, che ci hai dato per madre, sempre pronta a soccorrerci, la tua stessa Madre Maria, della quale veneriamo la celebre immagine, fa’ che, implorando assiduamente il suo materno soccorso, meritiamo di godere perpetuamente i frutti della tua redenzione. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.
R. Amen.

Preghiera della Novena Perpetua

1. O Madre del Perpetuo Soccorso, * con la più grande fiducia * ci prostriamo oggi davanti alla tua santa immagine * per implorare il tuo aiuto. * Non confidiamo nei nostri meriti e nelle nostre opere, * ma nei meriti infiniti di Gesù Cristo * e nel tuo materno, invincibile amore.*
Tu hai visto le piaghe del Redentore * e il suo sangue sparso sulla croce per la nostra salvezza. * E’ il tuo Figlio morente * che ti ha dato a noi per madre.. * E non sei tu, o Maria, * che hai scelto il dolce titolo di nostra Perpetua Soccorritrice? *
O Madre del Perpetuo Soccorso, * per la dolorosa passione e morte di Gesù, * per le indescrivibili sofferenze del tuo Cuore, * ti supplichiamo ardentemente di ottenerci dal Signore quelle grazie, * che tanto desideriamo e delle quali abbiamo tanto bisogno.
(breve pausa: ognuno pensa alla grazia che più desidera)
Tu sai, o Madre benedetta, * quanto è grande il desiderio che ha Gesù Redentore * di donare a noi tutti i frutti della sua Redenzione. * Tu sai che questi tesori * sono stati deposti nelle tue mani, * perché a noi li dispensassi.
Ottienici dunque, benignissima Madre, dal Cuore di Gesù, * le grazie da noi in questa novena umilmente domandate, * e noi canteremo felici le tue misericordie per tutta l’eternità. * Maria, Madre del Perpetuo Soccorso, * prega per noi.
Ave Maria…
Canto
Le mani amorose che stringon Gesù
protendi pietose ai figli quaggiù.
Ave, ave, ave Maria!


2. Ti preghiamo , o Madre, per tutti i nostri fratelli, * in particolare per quelli che sono qui riuniti sotto il tuo sguardo pietoso. * Ti preghiamo per la santa Chiesa, * per tutta l’umanità e per la conversione dei peccatori. *
Guarda, o Regina dell’universo, * come è grande il numero dei bisognosi, * dei sofferenti, * dei tribolati. * Vedi come sono difficili i nostri tempi. * Non sei forse tu la Madre del Perpetuo Soccorso? * l’onnipotenza supplichevole? * la speranza dei miseri? * A te non manca né potenza né bontà * per soccorrerci in ogni nostra necessità. * L’ora attuale è davvero l’ora tua! * Soccorrici dunque subito, * soccorrici continuamente, * soccorrici in vita e in morte. *
Ti raccomandiamo ora coloro che soffrono* nel corpo e nello spirito. * Mòstrati, come ti saluta la Chiesa, * Salute, Consolazione, Speranza degli infermi. * Maria, Madre del Perpetuo Soccorso, * soccorri tutti i nostri ammalati. * Così sia.
Ave Maria…
Canto
Chi soffre, chi geme, ti chiede mercé,
ripone sua speme, o Vergine in te.
Ave, ave, ave Maria!

 

PREGHIERA A MARIA ADDOLORATA

  • 21 Settembre 2014 |

PREGHIERA A MARIA ADDOLORATA

 

O gran Regina dei Martiri e la più desolata di tutte le mardi! 
Il vostro dolore è immenso come il mare, 
perché tutte le piaghe che tutti i peccati degli uomini
hanno impresse nel sacro corpo del vostro divin figliuolo,
sono altrettante spade che trafiggono il vostro cuore.
Ecco prostrato ai vostri piedi il peccatore più indegno,
sinceramente pentito d’aver maltrattato il divin Redentore.
Le colpe che io ho commesso
sono più gravi di quello che io possa soffrire per cancellarle.
Deh! Madre beata, imprimete nel mio cuore le piaghe santissime
del vostro amore onde non brami che di patire e morire con Gesù crocifisso,
e spirar l’anima penitente nel vostro purissimo cuore. 
Così sia. 

 

NOVENA DEI SETTE DOLORI DI MARIA ADDOLORATA

  • 21 Settembre 2014 |

NOVENA DEI SETTE DOLORI DI MARIA ADDOLORATA

1. Regina dei Martiri, addolorata Maria, per lo sconcerto e il dolore che ti afferrarono quando ti fu predetta da Simeone la passione e morte di tuo Figlio, ti supplico affinché mi sia concessa la conoscenza esatta dei miei peccati e la volontà ferma di non più peccare. Ave Maria... 

 

2. Regina dei Martiri, addolorata Maria, per il dolore che avesti quando ti fu annunziata dall'Angelo la persecuzione di Erode e la fuga in Egitto, ti supplico affinché mi sia dato sollecito aiuto per superare gli assalti del Nemico e fortezza presta per sfuggire il peccato. Ave Maria... 

 

3. Regina dei Martiri, addolorata Maria, per il dolore che ti annichilì quando smarristi nel Tempio tuo Figlio e per tre giorni instancabile lo cercasti, ti supplico affinché io non abbia mai a perdere la grazia di Dio e la perseveranza nel Suo servizio. Ave Maria ... 

 

4. Regina dei Martiri, addolorata Maria, per il dolore che sentisti quando ti fu recata la notizia della cattura e delle torture inflitte a vostro Figlio, ti supplico affinché mi sia concesso il perdono del male fatto e pronta risposta alle chiamate di Dio. Ave Maria... 

 

5. Regina dei Martiri, addolorata Maria, per il dolore che ti sorprese quando incontrasti sulla strada del Calvario il tuo Figlio insanguinato, ti supplico affinché io abbia fortezza bastante per sopportare le avversità e per riconoscere in tutti gli eventi le disposizioni di Dio. Ave Maria... 

 

6. Regina dei Martiri, addolorata Maria, per il dolore che provasti alla Crocifissione di tuo Figlio, ti supplico affinché io possa ricevere nel giorno della morte i santi Sacramenti e deporre nelle tue amorose braccia l'anima mia. Ave Maria... 

 

7. Regina dei Martiri, addolorata Maria, per il dolore che ti sommerse quando vedesti morto e poi sepolto tuo  Figlio, ti supplico affinché io mi distacchi da ogni piacere terreno e brami di venire a lodarti per sempre in Cielo. Ave Maria... 

Preghiamo:

O Dio, che, per redimere il genere umano sedotto dall'inganno del maligno, hai associato alla passione del tuo Figlio la Madre addolorata, fa' che tutti i figli di Adamo, risanati dagli effetti devastanti della colpa siano partecipi della creazione rinnovata in Cristo redentore. Egli è Dio e vive e regna con Te nell'unità dello Spirito Santo per tutti i secoli dei secoli. Amen.

 

 

 

 

 

 

LITANIE A MARIA ADDOLORATA

  • 21 Settembre 2014 |

LITANIE A MARIA ADDOLORATA

 

Santa Maria, prega per noi 

Santa Madre di Dio, prega per noi

Santa Vergine delle Vergini, prega per noi 

Madre del Crocifisso, prega per noi 

Madre dolorosa, prega per noi 

Madre lacrimosa, prega per noi 

Madre afflitta, prega per noi 

Madre derelitta, prega per noi 

Madre desolata, prega per noi 

Madre del figlio privata, prega per noi 

Madre dalla spada trafitta, prega per noi 

Madre nei travagli immersa, prega per noi 

Madre di angustie ripiena, prega per noi 

Madre col cuore alla croce confitta, prega per noi 

Madre mestissima, prega per noi 

Fonte di lacrime, prega per noi 

Cumulo di patimenti, prega per noi 

Specchio di pazienza, prega per noi 

Rupe di costanza, prega per noi 

Ancora di confidenza, prega per noi

Rifugio dei derelitti, prega per noi

Difesa degli oppressi, prega per noi

Rifugio degli increduli, prega per noi

Sollievo dei miseri, prega per noi

Medicina dei languenti, prega per noi

Forza dei deboli, prega per noi 

Porto dei naufraghi, prega per noi 

Quiete nelle procelle, prega per noi 

Ricorso dei piangenti, prega per noi 

Terrore dei demoni, prega per noi 

Tesoro dei fedeli, prega per noi 

Luce dei profeti, prega per noi 

Guida degli apostoli, prega per noi 

Corona dei martiri, prega per noi 

Sostegno dei confessori, prega per noi 

Perla delle vergini, prega per noi 

Consolazione delle vedove, prega per noi 

Madre degli orfani, prega per noi 

Letizia di tutti i santi, prega per noi 

 

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, perdonaci Signore

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, esaudisci Signore. 

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi 

Preghiamo

O Dio, tu hai voluto che la vita della Vergine fosse segnata dal mistero del dolore, concedici, ti preghiamo, di camminare con lei sulla via della fede e di unire le nostre sofferenze alla passione di Cristo perché diventino occasione di grazia e strumento di salvezza. Per Cristo Nostro Signore. Amen.

 

I SETTE DOLORI di MARIA

  • 21 Settembre 2014 |

I SETTE DOLORI di MARIA


La Madre di Dio rivelò a Santa Brigida che, chiunque reciti sette "Ave Maria" al giorno meditando sui suoi dolori e sulle sue lacrime e diffonda questa devozione, godrà dei seguenti benefici:

La pace in famiglia.

L’illuminazione circa i misteri divini.

L'accoglimento e la soddisfazione di tutte le richieste purché siano secondo la volontà di Dio e per la salvezza della sua anima.

La gioia eterna in Gesù e in Maria.

 

 

 

PRIMO DOLORE: La rivelazione di Simeone

Simeone li benedisse e parlò a Maria, sua madre: «Egli è qui per la rovina e la risurrezione di molti in Israele, segno di contraddizione perché siano svelati i pensieri di molti cuori. E anche a te una spada trafiggerà l'anima» (Lc 2, 34-35).

Ave Maria...

SECONDO DOLORE: La fuga in Egitto

Un angelo del Signore apparve in sogno a Giuseppe e gli disse: «Alzati, prendi con te il bambino e sua madre e fuggi in Egitto, e resta là finché non ti avvertirò, perché Erode sta cercando il bambino per ucciderlo». Giuseppe, destatosi, prese con sé il bambino e sua madre nella notte e fuggì in Egitto. 
(Mt 2, 13-14) 

Ave Maria... 

TERZO DOLORE: Lo smarrimento di Gesù nel Tempio

Gesù rimase a Gerusalemme, senza che i genitori se ne accorgessero. Credendolo nella carovana, fecero una giornata di viaggio, e poi si misero a cercarlo tra i parenti e i conoscenti. Dopo tre giorni lo trovarono nel tempio, seduto in mezzo ai dottori, mentre li ascoltava e li interrogava. Al vederlo restarono stupiti e sua madre gli disse: «Figlio, perché ci hai fatto così? Ecco, tuo padre e io, angosciati, ti cercavamo».
 (Lc 2, 43-44, 46, 48). 

Ave Maria...

QUARTO DOLORE: L'incontro con Gesù sulla via del Calvario

Voi tutti che passate per la via, considerate e osservate se c’è un dolore simile al mio dolore. (Lm 1, 12). «Gesù vide sua Madre lì presente» (Gv 19, 26).  


Ave Maria... 

QUINTO DOLORE: La crocifissione e la morte di Gesù.

Quando giunsero al luogo detto Cranio, là crocifissero Lui e i due malfattori, uno a destra e l'altro a sinistra. Pilato compose anche l'iscrizione e la fece porre sulla Croce; vi era scritto "Gesù il Nazareno, il re del Giudei" (Lc 23,33; Gv 19,19). E dopo aver ricevuto l'aceto, Gesù disse: "Tutto è compiuto!" E, chinato il capo, spirò. (Gv 19,30)

Ave Maria...

SESTO DOLORE: La deposizione di Gesù tra le braccia di Maria

Giuseppe d'Arimatèa, membro autorevole del sinedrio, che aspettava anche lui il regno di Dio, andò coraggiosamente da Pilato per chiedere il corpo di Gesù. Egli allora, comprato un lenzuolo, lo calò giù dalla croce e, avvoltolo nel lenzuolo, lo depose in un sepolcro scavato nella roccia. Poi fece rotolare un masso contro l'entrata del sepolcro. Intanto Maria di Màgdala e Maria madre di Ioses stavano ad osservare dove veniva deposto. (Mc 15, 43, 46-47). 


Ave Maria...

SETTIMO DOLORE: La sepoltura di Gesù e la solitudine di Maria

Stavano presso la croce di Gesù sua madre, la sorella di sua madre, Maria di Clèofa e Maria di Magdàla. Gesù allora, vedendo la madre e lì accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla madre: «Donna, ecco il tuo figlio!». Poi disse al discepolo: «Ecco la tua madre!». E da quel momento il discepolo la prese nella sua casa. (Gv 19, 25-27).


Ave Maria...

 

 

SE SIETE INFELICI NON RIMPROVERATELO ME!

  • 21 Settembre 2014 |

SE SIETE INFELICI NON RIMPROVERATELO ME!

Io sono la luce, e voi non mi vedete,

lo sono la via, e voi non mi seguite

lo sono la verità, e voi non mi credete.

lo sono la vita, e voi non mi cercate.

lo sono il Maestro, e voi non mi ascoltate.

lo sono il capo, e voi non mi obbedite.

lo sono il vostro Dio, e voi non mi pregate.

lo sono il vostro

grande amico,

e voi non mi amate.

 

 

Hai ragione, o Gesù, trop­po poco ti ricordiamo e trop­po poco ti amiamo, per que­sto siamo infelici. Ma le tue braccia aperte ci invitano al tuo cuore e ci assicurano il perdono.

Nel tuo cuore, fonte di lu­ce, ritroveremo la forza per seguirti Via, Verità e Vita; la grazia per ascoltarti Capo e Maestro; la gioia per amarti Dio di Amore, Amico di quan­ti confidano in Te.

Per mezzo di Maria

  • 21 Settembre 2014 |

Per mezzo di Maria

O Trinità divina, Padre, Figlio e Spirito Santo, pre­sente e operante nella Chiesa e nella profondità della mia anima, io ti adoro, ti ringrazio, ti amo! E per le mani di Maria Santissima Madre mia, a te offro tutto me stesso, per la vita e per l'eternità.

A te, Padre celeste, mi offro, dono e consacro come figlio.

A te, Gesù maestro, mi offro, dono e consacro come fratello e discepolo.

A te, Spirito Santo, mi offro, dono e consacro come "tempio vivo" per essere consacrato e santificato.

O Maria, Madre della Chiesa e Madre mia, tu che sei nella Trinità divina, insegnami a vivere, per mezzo della Liturgia e dei sacramenti, in comunione sempre più intima con le tre divine Persone, affinché tutta la mia vita sia un «gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo». Amen.

Preghiera dello studente a San Giuseppe da Copertino

  • 21 Settembre 2014 |

Preghiera dello studente a San Giuseppe da Copertino

San Giuseppe da Copertino,
sono uno studente e busso al tuo cuore per invocare la tua protezione.
Aiutami a vivere bene
questa stagione importante della mia vita.
Prega per me il Signore,
affinché io riesca a sentire lo studio come un mezzo decisivo per prepararmi a spendere la vita
a favore dei mio prossimo.
Fa' che io impegni questi anni
per acquisire valide competenze in modo che nessun mio talento
resti sepolto nella pigrizia
ma diventi dono per gli altri.
E rendendo felici i miei fratelli
sarò felice anch'io perché avrò nel cuore l'amore di Dio.
Amen.

Trinità gloriosa

  • 21 Settembre 2014 |

Trinità divina

  • 21 Settembre 2014 |
Sottoscrivi questo feed RSS