Preghiera nell'ora della prova

Preghiera nell’ora della prova

Figlie mie, solamente poche parole questa sera.

La Mano della Giustizia è pronta: l’ora è quasi scoccata. Due sono i mezzi di salvezza per chiudere le porte dell’inferno: Maria e la Croce.

Bisogna che voi, figli credenti, vi stringiate ogni giorno sempre più stretti alla Croce, che ogni giorno passiate una parte del vostro tempo in adorazione alla Croce insieme a Maria. L’adorazione alla Croce vi salverà.

Nell’ora della prova, voi, figli di Maria, seguaci del Crocifisso, non vi perdete d’animo; mettete davanti a voi una Croce e pregate così:

"Croce santa, Vessillo di gloria in tutti i tempi, salvaci!

Vogliamo, noi cristiani, credenti nel Crocifisso che ha sparso il Suo Sangue per la nostra salvezza ed è risorto glorioso, con la Croce nelle mani, quale simbolo di gloria e di vittoria, anche noi vogliamo sventolare al mondo il simbolo che ci ha salvati dalla dannazione eterna.

Noi, sin da questo momento, o Croce santa, ci prostriamo ai tuoi piedi e ti adoriamo, perché su quel legno, divenuto sacro per il Sangue del nostro Redentore, noi stringiamo intorno a te tutti i fratelli che vogliamo salvare: per noi e per loro Ti adoriamo e Ti invochiamo come unico mezzo che allontanerà da noi l’ultima furia del nemico infernale.

Croce santa, prezzo del nostro riscatto, alzati imponente nel Cielo, allarga ancora quelle braccia misericordiose che accolsero il Dio Redentore, e per Lui stringi a te tutti i peccatori: proteggili alla tua ombra, proteggili facendo cadere su di loro quel Sangue divino che imporporò tutto il tuo legno.

Croce e Sangue di Gesù, siate, nei momenti terribili che stanno per arrivare, il mezzo della nostra salvezza.

Sia la Croce e quel Sangue purissimo e divino a mettere per sempre in fuga il demonio e i suoi seguaci, ne accechi la loro ira e li precipiti nell’inferno per sempre, senza più nuocere all’umanità santificata dal Sangue e dalla Croce".

Figlie mie, grazie a voi, grazie a tutti i miei seguaci, ai seguaci del Sangue Sparso e delle Lacrime Immacolate.

Ma, come sempre, l’umanità perversa resta sorda alla Voce dell’Amore, del Dolore, della solidarietà coi loro fratelli, e a causa di questa incredulità molti, moltissimi figli si perderanno per sempre, rendendo così vana la morte di Gesù, i dolori di Maria e le preghiere accorate dei loro fratelli, che tanto si sono prodigati per la loro salvezza, perché ostinatamente hanno tutto rifiutato, decisi a conseguire la dannazione eterna.

Vi saluto, vi benedico e vi esorto, vi esorto a perseverare nella preghiera, soprattutto nella preghiera notturna, perché la preghiera ostacola l’avanzata del leone ruggente che come lupo affamato è sempre in cerca di preda da uccidere e divorare.

La Mamma, in questo suo giorno particolare, vi ringrazia, vi ringrazia per la consolazione che Le date, vi benedice e vi promette la Sua speciale protezione nell’ora in cui vi staccherete da questo mondo per raggiungerLa nel Santo Paradiso, dove il Padre Altissimo vi attende con tanti, tanti altri figli che hanno penetrato il Suo Amore, il Suo Dolore, e che sono anche convinti che un Dio debba anche fare giustizia per tanta empietà. Amen.

5 maggio 1990

Data ad una fedele di

Ultima modifica il Lunedì, 03 Gennaio 2011 14:48
Vota questo articolo
(0 Voti)
Torna in alto