Devozione verso

Maria Santissima

di

Sant'Alfonso Maria de' Liguori

 

Quale grande speranza può avere un'anima, la quale confida nell'intercessione di questa gran Madre di Dio! Ecco le parole che dalla Santa Chiesa le sono applicate nelle di Lei solennità: "Chi trova me, dice Maria, per mezzo di una sincera devozione, troverà la vita della Grazia in questa terra, e la salute eterna nel Paradiso " (Pro 8,35). Giunge a dire Sant'Anselmo, parlando con la  Divina Madre: "Come è impossibile a salvarsi chi non è devoto di Maria e da lei non è protetto, cosi al contrario è impossìbile che si danni chi a Maria si raccomanda, e da lei è mirato con amore". Parimenti dice Sant'Antonino, esser necessario che si salvino tutti co­loro che sono difesi da questa gran Regina.

Scrive ancora San Bonaventura che coloro che acquistano il patrocinio di Maria, anche stando in questa vita, saranno riconosciuti dai Beati per loro compagni; e chi porterà l'insegna di servo di Maria, sarà già scritto nel libro della vita. Sicché l'esser devoto di Maria è un segno di predestinazione. Dice l'Angelico che Maria si chia­ma Stella del mare, perché come i naviganti son guidati al porto per mezzo della stella, così i cristiani son guidati al Paradiso per mezzo di Maria.

Se mai si dannasse un vero devoto di Maria, ciò avverrebbe o perché Maria non può aiutarlo o perché non vuole aiutarlo. Ma no, disse San Bernardo: "Non è possibile, che un vero e perseverante devoto di Maria si danni, perché a lei non manca né potenza né volontà di aiutarlo ".

Vediamo dunque per prima quanto Maria è potente presso Dio a favore dei suoi devoti. La Santa Chiesa, per infonderci confidenza verso questa grande Avvocata, ce la fa invocare col nome di Vergine potente: Vergine potente, prega per noi. Sì, perché tale l'ha resa quel Dio, che è Onnipotente, come Ella stessa cantò:

"Mi fece grande Colui che è potente " (Le 1,49). Quindi lasciò scritto San Teofilo Vescovo d'Alessandria: "Il Figlio gradisce d'essere pregato da sua Madre, perché vuole accordarle quanto ella gli domanda, per così ricompensare il favore da Lei ricevuto in avergli data la Carne ",

Un giorno Santa Brigida intese, che Gesù parlando con Maria le disse: "Madre mia, chiedimi quel che vuoi, già sai che qualunque tua domanda non può da me

non essere esaudita". E poi soggiunse: "Tu niente mi hai negato vivendo in terra, conviene che io niente Ti neghi ora che stai con me in Cielo ".

Ma perché mai le preghiere di Maria sono così potenti presso Dio? Rispondo, perché Ella è Madre. Dice Sant'Antonino: "Le preghiere di Maria, essendo preghiere di Madre, hanno una certa ragione di comando, e perciò è im­possibile che Ella non sia esaudita, quan­do prega". Onde Sant'Alberto Magno, dicendo le parole con cui ci fa pregare la Santa Chiesa: "Mostra di essere Madre", le prendeva in questo senso: "Signora, dimostraci di esser Madre, comanda al tuo Figlio con autorità di Madre, che abbia di noi pietà ". Con lo stesso sentimento giun­ge a dire San Pier Damiani che "Maria quando va a chiedere qualche Grazia al Figlio per i suoi devoti, in certo modo comanda, non prega, come fosse padrona e non ancella del Signore ",

Giunse a dire Cosma Gerosolimitano che la protezione di Maria è Onnipotente: "È Onnipotente il tuo aiuto, o Maria ". "Sì, lo conferma Riccardo di San Lorenzo, Maria è Onnipotente, perché è giusto che la Madre partecipi della potestà del Figlio. Il Figlio è Onnipotente per natura, la Madre è Onnipotente per Grazia; ciò vale a dire che Ella ottiene con le sue preghiere quanto vuole ".

"Un peccatore, per quanto pervertito, dice Giorgio Nicomediense, se ricorre a Maria, Maria lo salverà con la sua intercessione ". "O Madre di Dio, Le dice Tu hai forze invincibili, perché la tue clemenza non sia superata da qualunque numero di peccati. Niente può resistere alla tua potenza, giacché il tuo Creatore stima come propria la gloria di Te, che gì sei Madre". "Tu dunque tutto puoi, Le dice anche San Pier Damiani, mentre può sollevare alla speranza della salvezze anche i disperati".

Sicché quando il demonio ci tenta di diffidenza, rivolgiamoci a Maria e diciamole con San Germano: "Tu sei, o Maria Onnipotente per salvare i peccatori, e non hai bisogno d'altra raccomandazioni presso Dio, perché sei la Madre della vera Vita".

Benvenuto

Benedizione a Frate Leone

Il Signore ti benedica e ti custodisca.

Mostri a te il suo volto e abbia misericordia di te.

Volga a te il suo sguardo e ti dia pace.

Il Signore ti dia la sua grande benedizione.