Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.

 

Menu Principale

Condividi su...

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineTechnoratiLinkedinMixxPinterest

FaceBook

Comunità Israele

Comunità di Israele Tao


Per saperne di piu' sull'associazione clicca qui.



La Nuova Evangelizzazione, che, ancora oggi nel terzo millennio è oggetto di tavole rotonde, dibattiti, conferenze, convegni, per la maggior parte dei cristiani praticanti è ancora considerata come una opzione, e non come una necessità urgente e possibile. Noi crediamo che per realizzarla sicuramente occorre da parte di tutto il popolo di Dio, come ci ricordava spesso Giovanni Paolo II, “un nuovo ardore, nuovi metodi e nuove espressioni”. L’Italia e l’Europa, anche se già evangelizzate, hanno bisogno di essere rievangelizzate. I battezzati hanno bisogno di essere rievangelizzati. Il mondo ha bisogno di speranza e non ci saranno grandi segni di speranza fino a quando, noi cristiani del XXI Secolo, non sapremo testimoniare un’esistenza bella, arricchita dalla gioia dei salvati, dall’amicizia e non prenderemo sul serio il comando di Gesù “Andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo ad ogni creatura” (Mc 16,15). “Andate, ammaestrate tutte le nazioni”, battezzate, insegnate, osservate “tutto ciò che vi ho comandato” (Mt 28, 19-20), “siate testimoni” (At 1,8), “fate questo in memoria di me” (Lc 22,19), “amatevi gli uni gli altri” (Gv 15,12). Come membra vive dell’unico Corpo di Cristo vogliamo

  • essere testimoni di speranza: “Ciò che era fin da principio, ciò che noi abbiamo udito, ciò che noi abbiamo veduto con i nostri occhi, ciò che noi abbiamo contemplato e ciò che le nostre mani hanno toccato, ossia il Verbo della vita (poiché la vita si è fatta visibile, noi l`abbiamo veduta e di ciò rendiamo testimonianza e vi annunziamo la vita eterna, che era presso il Padre e si è resa visibile a noi), quello che abbiamo veduto e udito, noi lo annunziamo anche a voi, perché anche voi siate in comunione con noi. La nostra comunione è col Padre e col Figlio suo Gesù Cristo" (1Gv 1,1-3).
  • contribuire con tutte le nostre forze ricevute dalla bontà del Creatore e dalla grazia del Redentore, all’incremento della Chiesa e alla sua continua ascesa nella santità (cfr. LG n°33)
  • far si che ogni cosa abbia Cristo come capo e Dio sia tutto in tutti (Ef 1,10;1 Cor 15,28)
  • e con Maria Regina della Pentecoste portare il fuoco dell'evangelizzazione in tutto il mondo e ad ogni creatura (anche agli audiolesi)

perché lo Spirito di Dio “ Ruah” soffio vitale, possa fare di ognuno di noi delle creature “realmente viventi”, nel corpo e nello spirito.


Per saperne di piu' clicca qui.

  • Cercaci su Facebook
  • Guarda il canale YouTube
  • iscriviti

Novena alla Madonna IV

Novena alla Madonna IV

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

NOVENA ALLA MADONNA DELLE LACRIME

Commosso dal prodigio della vostra Lacrimazione, o misericordiosa Madonnina di Siracusa, io vengo oggi a prostrarmi ai vostri piedi, e animato da novella confidenza per le tante grazie da Voi elargite, a Voi vengo, o madre di clemenza e di pietà, per aprirvi tutto il mio cuore, per versare nel vostro dolce cuore di Madre tutte le mie pene, per unire alle vostre sante lacrime tutte le mie lacrime; le lacrime del dolore dei miei peccati e le lacrime dei dolori che mi affliggono. Riguardatele, o Madre cara, con volto benigno e con occhio misericordioso e per l' amore che portate a Gesù vogliate consolarmi ed esaudirmi. Per le vostre sante ed innocenti lacrime vogliate impetrarmi dal vostro Figlio Divino il perdono dei miei peccati, una fede viva ed operosa ed anche la grazia che umilmente vi domando... O Madre mia e fiducia mia nel vostro Cuore Immacolato e Addolorato io ripongo tutta la mia fiducia. Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, abbi pietà di me.

 

Salve Regina...

 

Madre di Gesù e Madre nostra pietosa, quante lacrime avete sparse nel doloroso cammino della vostra vita! Voi, che siete Madre, ben comprendete l' angoscia del mio cuore che mi spinge a ricorrere al vostro Cuore di Madre con confidenza di figlio, sebbene indegno delle vostre misericordie. Il vostro Cuore ricco di misericordia ci ha aperto una novella fonte di grazia in questi tempi di tante miserie. Dal profondo della mia miseria a Voi grido, o Madre buona, a Voi ricorro, o Madre pietosa, e sul mio cuore in pena invoco il balsamo consolatore delle vostre sante Lacrime e delle vostre sante grazie. Il vostro materno pianto mi fa sperare che voi benignamente mi esaudirete. Imploratemi da Gesù, o Cuore Addolorato, la fortezza con cui voi sopportaste le grandi pene della vostra vita affinché io faccia sempre, con

cristiana rassegnazione, anche nel dolore, la divina volontà. Ottenetemi, Dolce Madre, un aumento della mia speranza cristiana e, se è conforme alla volontà di Dio, ottenetemi pure, per le vostre Immacolate Lacrime, la grazia che con tanta fede e con viva speranza umilmente vi domando... O Madonna delle Lacrime, vita, dolcezza, speranza mia, in Voi ripongo per oggi e per sempre tutta la mia speranza. Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, abbi

pietà di me.

 

Salve Regina...

 

O Mediatrice di tutte le grazie, o risanatrice degli infermi, o consolatrice degli afflitti, o soave e mesta Madonnina delle Lacrime, non lasciate il vostro figlio solo nella sua pena, ma qual Madre benigna venitemi sollecitamente incontro; aiutatemi, assistetemi; deh! accogliete i gemiti del mio cuore e asciugate pietosamente le lacrime che rigano il mio volto.

Per le lacrime di pietà con cui accoglieste il vostro Figlio morto ai piedi della Croce nel vostro materno grembo, accogliete anche me povero figlio vostro, e ottenetemi con la grazia divina un aumento di Carità verso Dio e verso i miei fratelli che sono pure figli vostri. Per le vostre preziose lacrime ottenetemi, o amabilissima Madonna delle Lacrime, anche la grazia

che ardentemente desidero e con insistenza amorosa fiduciosamente vi chiedo... O Madonnina di Siracusa, Madre di amore e di dolore, al vostro Cuore Immacolato e Addolorato consacro il mio povero cuore; accettatelo, custoditelo, salvatelo col vostro santo, indefettibile amore. Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, abbi pietà di me.

 

Salve Regina...

 

 

 

 

Top

Style Setting

Fonts

Layouts

Direction

Template Widths

px  %

px  %