Varie preghiere alla Madre Addolorata

Inserito in Preghiere alla Madre di Dio.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

MARIA MADRE ADDOLORATA

 

 

ROSARIO DEI SETTE DOLORI DELLA VERGINE.

A) Credo

B) A me peccatore e a tutti...

C) Lettura del Vangelo Padre nostro

D) Ave Maria

Al termine della settima Ave Maria

Madre piena di misericordia...

E) Padre nostro

"Ciò che vi chiedo è il pentimento. Se reciterete questa coroncina meditando, allora avrete la forza di pentirvi. Oggigiorno molti non sanno più chieder perdono. Essi mettono di nuovo il Figlio di Dio sulla croce. Per questo ho voluto venire a ricordarvelo, soprattutto qui in Ruanda, perché qui ci sono ancora persone umili che non sono attaccate alla ricchezza e ai soldi" (31-51982).

Questo il messaggio della Madonna a Marie Claire, una delle veggenti di Kibeho prescelta per propagandare la diffusione della coroncina.

"Ti chiedo di insegnarla al mondo intero..., pur restando qui, perché la mia grazia è onnipotente" (15-81982).

I1 9 agosto 1982, la Madonna piange ed i veggenti piangono con lei, perché manifestava loro inquietanti immagini del futuro: terribili battaglie, fiumi di sangue, cadaveri abbandonati, un abisso spalancato. Queste apparizioni sono state ufficialmente riconosciute dalla Chiesa il 29/6/2001.

 

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

 

O Dio, vieni a salvarmi. Signore, vieni presto in mio aiuto.

 

Gloria al Padre

 

Mio Dio, ti offro questa coroncina dei dolori per la tua maggior gloria, in onore della tua santa Madre. Mediterò e condividerò la sua sofferenza.

O Maria, ti supplico, per le lacrime che hai versato in quei momenti, ottieni a me e a tutti i peccatori il pentimento delle nostre colpe.

Recitare l’Atto di dolore

 

oppure:

Recitiamo la coroncina pregandoti per tutto il bene che ci hai fatto donandoci il Redentore, che noi, purtroppo, continuiamo a crocifiggere ogni giorno.

Sappiamo che se qualcuno è stato ingrato verso un altro che gli ha fatto del bene e lo vuole ringraziare, la prima cosa che fa è riconciliarsi con lui; per questo recitiamo la coroncina pensando alla morte di Gesù per i nostri peccati e chiedendogli perdono.

 

Recitare il Credo

 

Sui tre grani a forma di rosa:

A me peccatore e a tutti i peccatori concedi la contrizione perfetta dei nostri peccati.

 

PRIMO DOLORE

Il padre e la madre di Gesù si stupivano delle cose che si dicevano di lui. Simeone li benedisse e parlò a Maria, sua madre: "Egli è qui per la rovina e la risurrezione di molti in Israele, segno di contraddizione perché siano svelati i pensieri di molti cuori. E anche a te un spada trafiggerà l' anima".

(Per una migliore comprensione leggere tutto Lc 2,22-35).

 

Padre nostro 7 Ave Maria

Madre piena di misericordia, ricorda al nostro cuore, le sofferenze di Gesù durante la sua Passione.

 

Preghiamo:

O Maria, umile figlia di Sion, che udendo la voce profetica di Simeone, hai ricevuto nel profondo del cuore, come spada tagliente la rivelazione della via dolorosa del tuo Figlio e hai provato l' immensa pena a motivo del rifiuto di molti, ti preghiamo: ottienici il dono di capire il sacrificio di Cristo, di seguire, come discepoli, il suo esempio, di accogliere la sua salvezza. Amen.

 

Canto

 

SECONDO DOLORE

La fuga in Egitto

 

I Magi erano appena partiti, quando un angelo del Signore apparve in sogno a Giuseppe e gli disse: "Alzati, prendi con te il bambino e sua madre e fuggi in Egitto, e resta là finché non ti avvertirò, perché Erode sta cercando il bambino per ucciderlo".

Giuseppe, destatosi, prese con se il bambino e sua madre, e nella notte fuggi in Egitto, dove rimase fino alla morte di Erode perché si adempisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta: "Dal/' Egitto ho chiamato il mio figlio. (M t 2, 13-15)

 

Padre nostro 7 Ave Maria

Madre piena di misericordia...

Preghiamo: " O Maria, giovane vergine d' Israele;; che hai portato la fatica di tutte madri nella difesa della vita da ogni insidia, concedi a tutti coloro che come te, sono attenti e solleciti alla nascita e alla crescita delle future generazioni, il dono della speranza e della fortezza, quali custodi del disegno di Dio sul futuro del mondo. Amen.

 

Canto

 

TERZO DOLORE

Lo smarrimento di Gesù

Al vederlo restarono stupiti e sua madre gli disse: "Figlio, perché ci hai fatto così? Ecco, tuo padre e io, angosciati, ti cercavamo",

(Per una migliore comprensione leggere tutto Lc 2,41-52).

Padre nostro 7 Ave Maria

Madre piena di misericordia….

Preghiamo:

O Maria, donna fedele, che hai gioito per la presenza intensa del Figlio tuo, alla preghiera pasquale del tuo popolo e hai sofferto per la sua improvvisa "distanza", concedi il dono di una costante ricerca del Figlio tuo nella fede a quanti sono nell' inquietudine del dubbio, e a noi, la gioia di essere ritrovati nei nostri smarrimenti. Amen.

 

Canto

QUARTO DOLORE

Maria incontra suo Figlio carico della croce.

 

Lo seguiva una gran folla di popolo e di donne che si battevano il petto e facevano lamenti su di lui.

(Lc 23,27)

Padre nostro 7 Ave Maria

Madre piena di misericordia...

 

Preghiamo:

O Maria, umile ancella del Signore, che ti sei lasciata afferrare dalla beatitudine promessa dal Figlio tuo a quanti compiono la volontà, ,del Padre, aiutaci ad essere docili al volere di Dio su di noi e ad accogliere sulla nostra strada la croce con lo stesso amore con cui l' hai accolta e portata. Amen.

Canto

 

QUINTO DOLORE

Maria ai piedi della croce

 

Stavano presso la croce di Gesù sua madre, la sorella di sua madre, Maria di Cleofa e Maria di Magdala, Gesù, allora, vedendo la madre e lì accanto a lei il discepolo chi egli amava, disse alla madre: "Donna ecco il tuo figlio!". Poi disse a discepolo: "Ecco la tua madre!". E da quel momento il discepolo la prese nella sua casa. (Gv 19,25-27)

Padre nostro 7 Ave Maria

Madre piena di misericordia..,

Preghiamo:

O Maria, addolorata Madre del Signore, che ci hai dato un tale esempio di amore e di fortezza presso la croce, insegnaci la carità di una presenza generosa presso tutti i nostri fratelli sofferenti e fa' che ti accogliamo nella nostra casa come Madre, affinché, per mezzo tuo, apprendiamo un nuovo modo di accettare l' immancabile dolore della vita. Amen.

Canto

 

SESTO DOLORE

Maria riceve il corpo inanimato di suo Figlio

 

Giuseppe d' Arimatea, che era discepolo di Gesù, ma di nascosto per timore dei Giudei, chiese a Pilato di prendere il corpo di Gesù. Pilato lo concesse. Allora egli andò e prese il corpo di Gesù. Vi andò anche Nicodemo, quello che in precedenza era andato da lui di notte, e portò una mistura di mirra e di aloe di circa cento libbre. Es,si presero allora il corpo di Gesù e lo avvolsero in bende insieme con oli aromatici, com' e usanza di seppellire per i Giudei. (Gv 19,38-40)

 

Padre nostro 7 Ave Maria

Madre piena di misericordia...

Preghiamo:

O Maria, donna dell' invincibile speranza, che hai creduto nell' annuncio della gloriosa immortalità, fatto dal Figlio tuo al mondo, guidaci nell' ora della nostra morte sulla strada che conduce alla certezza e alla ioia della vita senza fine. Amen.

 

Canto

 

SETTIMO DOLORE

Maria alla tomba di Gesù

Ora, nel luogo dov' era stato crocifisso, vi era un giardino e nel giardino un sepolcro nuovo, nel quale nessuno era stato ancora deposto. Là dunque deposero Gesù, a motivo della Parasceve dei Giudei, poiche quel sepolcro era vicino.

(Gv 19,41-42)

 

Breve meditazione personale

Padre nostro 7 Ave Maria

Madre piena di misericordia...

 

Preghiamo:

O Maria, testimone fedele della risurrezione, anche tu sei andata al sepolcro fra le lacrime, portando un seme eterno di fecondità, e "alla prima luce del giorno dopo il Sabato" hai appreso il gioioso annuncio del risorto, fa' che anche noi camminiamo sempre con te portando lietamente i frutti di una vita buona. Amen.

 

Canto

Per finire ripetere tre volte le seguenti preghiere:

 

Ave Maria Padre nostro

Madre piena di misericordia. Tieni vivo nel nostro cuore il tuo dolore.

oppure

Madre piena di misericordia. Ricordaci ogni giorno la Passione di Gesù.

Ave Maria dell' Addolorata

ROSARIO DELL’ADDOLORATA

A)Credo

B)A me peccatore...

C) O Regina dei martiri...

D) Ave Maria

E) O Regina dei martiri...

Credo

A me peccatore e a tutti i peccatori, concedi il pentimento sincero per i nostri peccati. (3 volte)

Regina dei Martiri, quale dolore provasti quando il vecchio Simeone profetizzò che Gesù sarebbe stato segno di contraddizione che la tua stessa anima sarebbe stata trafitta da una spada. Per questa previsione, che stese sulla tua Maternità divina l' ombra Croce, fammi conoscere con chiarezza i miei peccati e aiutami a detestarli con tutto il cuore.

7 Ave Maria

O Regina dei Martiri, la persecuzione di Erode ti costrinse a fuggire precipitosamente in Egitto con il Bimbo e il tuo sposo Giuseppe e ad affrontare i disagi dell' esilio. Per questa sofferenza prolungata e penosa, liberami dalle seduzioni di satana e del mondo.

7 Ave Maria

O Regina dei Martiri, quale angoscia provasti con Giuseppe nei giorni in cui Gesù rimase a vostra insaputa nel tempio di Gerusalemme. Per questo dolore non permettere che io perda l' amicizia di Gesù a causa del peccato e della tiepidezza spirituale.

7 Ave Maria

O Regina dei Martiri, quali oscure apprensioni soffristi nel vedere Gesù incompreso da molti, rifiutato, perseguitato dai capi d' Israele. Per questo dolore, ottienimi la grazia di seguire decisamente Gesù, affrontando con coraggio ogni incomprensione e avversità.

7 Ave Maria

O Regina dei Martiri, quale fitta al cuore provasti nel vedere Gesù condotto nei tribunali, umiliato, flagellato, coronato di spine, confrontato a Barabba e trascinato esausto per i sentieri di Gerusalemme sotto il peso della Croce. Per questi spasimi indicibili ottienimi la forza di darmi a Dio senza riserve.

7 Ave Maria

O Regina dei Martiri, quale tortura dovette subire il tuo cuore di Madre, nel vedere il Frutto del tuo grembo Immacolato spirare sulla Croce e trafiggere il suo Cuore dalla lancia del soldato. Per il tuo cuore materno trafitto ottienimi la grazia di vivere e morire nell' amore a Cristo crocifisso.

7 Ave Maria

O Regina dei Martiri, quale doloroso sussulto provasti nel ricevere tra le braccia il corpo esanime del tuo Figlio, straziato dalle torture della Passione. Per questa estrema lacerazione del tuo cuore materno, ottienimi la grazia di staccarmi da ogni vanità terrena e di aspirare unicamente all' unione con Gesù, Figlio di Dio fatto Uomo nel tuo grembo Immacolato.

7 Ave Maria

 

La Devozione alle lacrime della Madonna

Molte anime pie si rattristano profondamente pensando a quante lacrime, il peccato ha fatto versare alla santissima Vergine; nessuno, dopo Gesù, ne ha versate tante e tanto amare, perché nessuno è penetrato quanto lei nel mistero della Redenzione.

"Il pensiero di aver fatto in tal modo piangere una creatura sì innocente, sì santa, sì buona quale la Madre di Gesù, e la nostra, è tale da far prorompere in lacrime di dolore quelle anime che hanno la grazia di sentire profondamente ciò che è Maria". (Mons. Gay)

 

La Madonna delle Lacrime Ripetutamente la Madonna ha pianto dalle sue immagini o è apparsa nell' atto di piangere. Si possono ricordare, al riguardo, il miracolo della Madonna delle Lacrime di Treviglio, a Pietralba (Bz), le Apparizioni della Madonna piangente a santa Caterina Laboure (1830), ai pastorelli de La Salette (1846), nel 19531a lacrimazione del quadro di Siracusa e il pianto dell' Immacolata durante la notte fra il 18 e il 19 gennaio 1985 a Giheta (Burundi).

Fu, però, l' apparizione alla suora brasiliana Amalia di Gesù Flagellato, missionaria del Divin Crocifisso (ordine fondato da Mons. Code D. Francisco del Campos Barreto, Vescovo di Campinas san Paolo, Brasile) che diede origine ad una devozione speciale alle lacrime verginali: la Corona delle lacrime della Madonna.

 

Origine della Corona delle Lacrime

L' 8 novembre 1929, infatti, mentre pregava offrendo se stessa per salvare la vita di una sua parente gravemente ammalata, la suora udì una voce: "Se vuoi ottenere questa grazia, domandala per le lacrime di mia Madre. Tutto ciò che gl’uomini mi domandano per quelle lacrime sono obbligato a concederlo".

Avendo la suora domandato con quale formula dovesse pregare, le indicò l' invocazione:

"0 Gesù, esaudisci le nostre suppliche e le nostre domande. Per amore delle lacrime della tua santa Madre".

Gesù le promise, inoltre, che Maria Santissima avrebbe affidato al suo Istituto questo tesoro della devozione alle sue Lacrime.

L' 8 marzo 1930, mentre stava inginocchiata davanti all' altare, si senti come sollevata e vide una Signora di meravigliosa bellezza. Le sue vesti erano color viola, un manto celeste le pendeva dalle spalle ed un velo bianco le copriva il capo.

La Madonna sorridendo amabilmente, consegnò alla suora una corona i cui grani, bianchi come la neve, brillavano come il sole. La Vergine le disse:

"Ecco la corona delle mie lagrime. Il mio Figlio l' affida al tuo Istituto come una porzione d' eredità. Egli ti ha già rivelato le mie Invocazioni. Egli vuole che mi si onori in modo speciale con questa preghiera ed egli accorderà, a tutti quelli che reciteranno questa corona e lo pregheranno In nome delle mie lacrime, grandI grazie. Questa corona servirà ad ottenere la conversione di moltI peccatori e in modo particolare quella dei seguaci dello spiritismo. AI vostro istituto sarà riserbato il grande onore di ricondurre In seno alla santa Chiesa e di convertire un gran numero di appartenenti a questa setta nefasta. Il demonio sarà vinto con questa Corona e il suo impero Infernale sarà distrutto".

La Corona, fu approvata dal Vescovo di Campinas che, anzi, autorizzò la celebrazione nell' Istituto della Festa di Nostra Signora delle Lacrime, il20 febbraio.

 

CORONA DELLE LACRIME DELLA MADONNA

Per la recita si usa la speciale corona delle "Lacrime della Madonna". Essa è composta da 49 grani a forma di lacrima, suddivisi in 7 gruppi, separati da 7 grani color argento a forma di rosa e termina con 3 grani a forma di rosa che si trovano fra la crociera della corona e la medaglia raffigurante la Madonna delle Lacrime di Siracusa.

A) Preghiera preparatoria

B) O Gesù, ricordati...

C) O Gesù, esaudisci...

Alla fine della corona:

D) O Gesù, ricordati delle lacrime di Colei che ti ha amato più di tutti sulla terra

 

 

Preghiera Preparatoria

O Gesù, nostro divino Crocifisso, inginocchiati ai tuoi piedi noi ti offriamo le lacrime di Colei, che ti ha accompagnato sulla via dolorosa del Calvario, con un amore così ardente e compassionevole.

Esaudisci, o buon Maestro, le nostre suppliche e le nostre domande per l' amore delle lacrime della tua santissima Madre.

Accordaci la grazia di comprendere gli insegnamenti dolorosi che ci danno le lacrime di questa buona Madre, affinché noi adempiamo sempre la tua santa volontà sulla terra e siamo giudicati degni di lodarti e glorificarti eternamente in cielo.

Amen.

 

Sui grani color argento a forma di rosa (sette):

O Gesù, ricordati delle lacrime di Colei che ti ha amato più di tutti sulla terra.

E ora ti ama nel modo più ardente in cielo.

 

Sui grani bianchi a forma di lacrima (quarantanove):

O Gesù, esaudisci le nostre suppliche e le nostre domande.

Per amore delle lacrime della tua santa Madre.

 

Sui 3 grani a forma di rosa che collegano la crociera della corona alla medaglia raffigurante la Madonna delle lacrime di Siracusa:

O Gesù, ricordati delle lacrime di Colei che ti ha amato più di tutti sulla terra.

 

 

Preghiamo:

O Maria, Madre dell' amore Madre di dolore e di misericordia, noi ti domandiamo di unire, le tue preghiere alle nostre; affinché il tuo divin Figlio, al quale noi ci rivolgiamo con confidenza, in virtù delle tue lacrime, esaudisca le nostre suppliche e ci conceda, oltre le grazie che gli domandiamo, la corona della gloria nell' Eternità. Amen.

 

Litanie dell’Addolorata

Signore, pietà Signore, pietà

Cristo, pietà Cristo, pietà

Signore, pietà Signore, pietà

Cristo, ascoltaci Cristo, ascoltaci

Cristo, esaudiscici Cristo, esaudiscici

Padre del cielo, che sei Dio Abbi pietà di noi

Figlio, redentore del mondo, che sei Dio "

Spirito Santo Paraclito, che sei Dio "

Santa Trinità, unico Dio "

Santa Maria Prega per noi

Madre addolorata "

Madre ai piedi della croce "

Madre priva del tuo Figlio "

Madre trafitta dalla spada del dolore "

Madre crocifissa nel cuore "

Madre testimone della risurrezione "

Vergine obbediente "

Vergine penitente "

Vergine fedele "

Vergine del silenzio "

Vergine del perdono "

Vergine dell' attesa "

Donna esule "

Donna paziente "

Donna coraggiosa "

Donna del dolore "

Donna della Nuova Alleanza "

Donna della speranza "

Novella Eva "

Strumento di redenzione "

Serva della riconciliazione "

Difesa degli innocenti "

Coraggio dei perseguitati "

Fortezza degli oppressi "

Speranza dei peccatori "

Consolazione degli afflitti "

Rifugio dei miseri "

Conforto degli esuli "

Sostegno dei deboli "

Sollievo degli infermi "

Regina dei martiri "

Gloria della Chiesa "

Vergine della Pasqua "

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo.

Perdonaci, Signore.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo.

Ascoltaci, Signore.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo.

Abbi pietà di noi.

Prega per noi, santa Vergine Addolorata. E saremo degni delle promesse di Cristo.

Preghiamo:

O Dio, tu che hai voluto che la vita della Vergine fosse segnata dal mistero del dolore; concedici, ti preghiamo, di camminare con lei sulla via della fede e di unire le nostre sofferenze alla Passione di Cristo perché diventino occasione di grazia e strumento di salvezza. Per Cristo nostro Signore.

Amen.

ALLA MADONNA DELLA PIETÀ

Vergine santissima addolorata, che piangi sulle sventure a noi imminenti, per quel Gesù deposto sulle tue ginocchia, morto per nostro amore, abbi di noi pietà. Accendi in noi sentimenti di compunzione e di dolore, affinché detestando le nostre colpe, siamo liberati dai minacciati castighi e fatti degni di celesti favori.

Maria, proteggi noi, le nostre famiglie, i nostri interessi; preservaci, pietosa, da ogni pericolo, soprattutto dal cadere nel peccato. Per Gesù Cristo Signor nostro.

Amen.

A MARIA ADDOLORATA PER OTTENERE UNA BUONA MORTE

Dolcissima Madre, che tante lacrime hai voluto versare sopra la Passione di Gesù e sopra i miei peccati, che ne furono la causa, io ti prego, a nome di ciascuna di queste tue amarissime lacrime, di assistermi in quel momento in cui si dovrà decidere la sorte importantissima della mia eterna salvezza.

Ricorda, mestissima Madre, come tra le tue lacrime, sotto la croce, fosti dichiarata mediatrice dei peccatori. In quell' ora di mio sommo bisogno, mostrati Madre misericordiosa, in modo che, ponendo l' anima tra le tue braccia, in quel momento il mio angelo custode possa dirmi: "Ecco tua Madre"; e confusi partano da me gli spiriti ribelli, mentre sentiranno dire a mia consolazione: "Donna ecco tuo figlio".

Se io sono il figlio delle tue lacrime, possa un giorno essere il figlio della tua gloria. Amen.

L’AVE MARIA ALL’ADDOLORATA

Ave Maria, piena di dolori, Gesù Crocifisso è con te;

Tu sei degna di compassione fra tutte le donne e degno di compassione

è il frutto del tuo seno,

Gesù.

Santa Maria, Madre di

Gesù Crocifisso,

ottieni a noi,

crocifissori del Figlio tuo, lacrime di sincero

pentimento,

adesso e nell' ora

della morte nostra.

Amen.

PREGHIERA RIPARATRICE

 

Una povera clarissa defunta apparve alla sua abadessa che pregava per lei e le disse: "Sono andata dritta al cielo perché, avendo recitato ogni sera questa preghiera, ho pagato tutti i miei debiti e sono stata preservata dal purgatorio".

 

Eterno Padre, per le mani di Maria addolorata, ti offro il Sacro Cuore di Gesù con tutte le sue sofferenze e con tutti i suoi meriti.

 

Per espiare tutti i peccati che ho commesso quest' oggi e durante la mia vita passata.

 

Gloria al Padre

 

Per purificare il bene che ho mal fatto quest' oggi e durante tutta la mia vita passata.

 

Gloria al Padre

 

Per supplire al bene che ho trascurato di fare quest' oggi e durante tutta la mia vita passata.

 

Gloria al Padre